Menu

Le informazioni trasmesse dai professionisti sulla quantità di alcol dannosa per il nascituro sono talvolta contraddittorie. I futuri genitori si trovano quindi a dover decidere da soli quali comportamenti considerare sicuri e ciò può portarli a sentirsi disorientati. Molte coppie vorrebbero avere informazioni più chiare, fondate su linee guida ufficiali e anche dei consigli pratici per evitare o smettere di consumare.

Nonostante la norma sia quella di astenersi dall’alcol durante la gravidanza, è sconcertante che si eserciti ancora una certa pressione sociale a favore del consumo di alcolici, specialmente durante le uscite. Soprattutto quando la gravidanza non è ancora stata annunciata, si dovrebbe consigliare alle coppie di evitare le occasioni in cui si consuma dell’alcol oppure di trovare delle strategie per non bere (vedere Una gravidanza senza alcolici).

È molto importante coinvolgere i/le partner che generalmente sono motivati. Per alcune donne è difficile non bere perché il consumo di alcolici è spesso associato al piacere e, rinunciando al consumo, temono di perdere un’occasione o di non fare più parte del gruppo. È bene tenere in considerazione anche lo stile di vita delle coppie, le loro risorse e difficoltà, il ruolo dell’alcol nella loro vita, ecc. Per esempio, l’alcol fa parte della loro identità sociale o viene consumato nei momenti di stress? In entrambi i casi si dovrebbe sottolineare l’importanza di rinunciare all’alcol.